Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.

Costruzione

La simbiosi tra il più antico legante calcareo e l’originaria fibra vegetale di canapa ci dona il materiale edile ecologico del futuro. Questo materiale rispecchia perfettamente le qualità ideali: isola, conserva e riflette il calore, regola l’umidità, purifica l’ambiente che respiriamo, è fonoassorbente e assolutamente naturale.

La combinazione di trucioli di canapa e calcare idratato, ricco di minerali, è in grado di “calcificarsi” donando all'edificio altissima resistenza agli influssi esterni; la struttura resiste per generazioni.
Ciò tutela l'ambiente e fa risparmiare.
Le proprietà eccezionali dei mattoni di canapa rendono superflui ulteriori isolamenti.

Il ciclo del calcare naturale

La combustione del calcare produce anidride carbonica (CO2). Il calcare bruciato viene raffreddato in acqua (H2O) e poi conservato in serbatoio (calce spenta).
La durata della conservazione è un fattore essenziale per la migliore qualità. La calce spenta (idrossido di calcio) Ca (OH) 2 è uno dei leganti più antichi e tradizionali.

Il motore per la carbonizzazione è l'anidride carbonica mista ad acqua. Se il calcare viene contaminato da cemento o altri leganti, o manca uno dei due "alimenti" di base, la carbonizzazione si ferma immediatamente. Il risultato è un materiale inerte e solamente indurito.

In un edificio la sola presenza umana produce permanentemente CO2. L'acqua traspira dai trucioli di canapa (vi è una media del 70% di silicio = sabbia = niente muffa e nessuna combustione), dall'aria e da terra. In tal modo la carbonizzazione è garantita.

1 m³ di pietra alla canapa lega - nonostante le emissioni di CO2 nel processo di produzione (combustione, raccolta, trasporto ...) - ancora 60 kg di CO². La produzione avviene in aria fredda ed è quindi molto ecologica.

Prodotto – HES-MIX


la parte legnosa della canapa, chiamata, “canapulo”, è usata come inerte negli impasti HES. il canapulo è

da tempo noto in costruzione per la sua capacità isolante a livello termico ed acustico dovuta alla sua conformazione alveolare, mentre la sua componente silicea lo rende collaborante con uno dei materiali più antichi, la calce. DA qui anche la sua capacitÀ ignifuga. la calce è il materiale basico per eccellenza, usato anche come antisettico proprio per tale propietà, e da più di 2000 anni in tutti gli ambiti di costruzione, dai palazzi alle stalle, dalle costruzioni vernacolari, alle opere d` arte. Il “ciclo della calce” si attua infatti  naturalmente nella calce idrata pura grazie al fenomeno chiamato “carbonatazione”, in cui la calce si riprende la gran parte del CO2 liberato durante la sua fabbricazione, e la presenza del canapulo e dell`acqua d`impasto rende questo processo completo, omogeneo e più durevole, migliorando l`aria nella nostra casa. Tale impasto essicca però molto lentamente, non permettendo una gestione del cantiere economicamente vantaggiosa. L`HES PLUS rende possibile il superamento anche di questo problema, Esso infatti è  un catalizzatore che migliora ed accelera il processo di essicazione e carbonatazione ed è composto da minerali grazzi ricavati in natura senza processi di alterazione. L`HES PLUS quindi rispetta la natura e permette di usare il composto di calce e canapa nella normale dinamica di cantiere.