Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.

Il CBD e il CBG

CHE COSA SONO?


Il Cannabidiolo (CBD) e il Cannabigerolo (CBG), sono fitocannabinoidi che, insieme agli altri (THC, CBN...), fanno parte dei principi attivi contenuti nella pianta della Cannabis Sativa L.. La pianta, attraverso i tricomi ghiandolari posti sul fiore femminile, secerne una resina in cui sono presenti circa un'ottantina di fitocannabinoidi. Il THC è stato il primo dei fitocannabinoidi ad essere stato isolato e su cui sono state fatte la maggior parte delle ricerche. Attualmente, la ricerca si sta concentrando anche sulle potenzialità di altri fitocannabinoidi come il CBD o il CBG. 

Oltre ai fitocannabinoidi, la Cannabis contiene circa seicento sostanze, come terpeni, acidi grassi, alcoli e flavonoidi che tutte insieme vanno a costituire il fitocomplesso della pianta. 

Il nostro stesso organismo produce naturalmente cannabinoidi che vengono chiamati endocannabinoidi (endo=dentro). In ambito terapeutico, poi, si possono trovare anche cannabinoidi di origine sintetica.


A cosa servono il CBD e il CBG? 

Gli studi scientifici svolti negli ultimi anni hanno ampiamente messo in evidenza i benefici del CBD e del CBG estratti dalla canapa. Le numerose testimonianze dei consumatori abituali di olio di CBD e di olio di CBG confermano di aver tratto molti benefici da questi nuovi prodotti. Alcuni consumatori lo utilizzano regolarmente contro lo stress quotidiano, altri per migliorare la qualità del sonno, per proteggere l'organismo, oppure per alleviare situazioni dolorose croniche di varie entità, migliorando quindi la qualità della vita. In generale si utilizza per potenziare il benessere psico-fisico nei disturbi lievi, ma diversi studi scientifici hanno evidenziato effetti positivi anche su patologie più gravi.


Questi prodotti innovativi hanno tra le loro caratteristiche diversi aspetti positivi:

• Sono totalmente naturali

• Non hanno effetti psicoattivi

• Ad oggi, non hanno interazioni con medicinali

• Ad oggi, non hanno effetti collaterali


Naturalmente, è fondamentale rivolgersi ad aziende qualificate che garantiscano severi processi produttivi finalizzati alla realizzazione di un prodotto non contaminato e di alta qualità. E' importante anche conoscere la provenienza della materia prima e che sia stata coltivata in modo appropriato (senza pesticidi, fertilizzanti...). Il metodo biologico ne garantirebbe la maggiore qualità.